Didattica a distanza al 75%: le novità dell’Ordinanza 145 della Regione Veneto

Didattica a distanza

Le norme da rispettare per la scuola a fronte dell’Ordinanza 145 della Regione Veneto

A partire da domani 28 ottobre fino al 24 novembre 2020, la didattica a distanza tornerà ad essere il metodo più utilizzato per la formazione.
Lo chiarisce il contenuto dell’ordinanza n. 145 recepita nel Bur n. 159 per attenersi alle recenti disposizioni dell’ultimo Dpcm (del 24.10.20) che prevede che il 75% delle lezioni dovrà essere svolto in modalità didattica digitale integrata.

Questa nuova stretta sul mondo della scuola è finalizzata alla salvaguardia della salute dei ragazzi e dei cittadini, per alleggerire le problematiche legate ai trasporti pubblici e per tutelare il sistema sanitario nazionale da una nuova ondata di contagi.
Una stretta per scongiurare un nuovo lockdown che avrebbe ricadute devastanti anche sulle attività produttive.

Quali sono le principali caratteristiche?
Per l’Istruzione e la Formazione Professionale (IeFP) il testo dell’Ordinanza suggerisce l’utilizzo della formazione o didattica a distanza (FAD) per il 75% degli studenti;
Il restante 25% dovrà svolgere le lezioni in presenza.

La priorità sarà data alle classi prime e alle attività di laboratorio difficilmente compatibili con la didattica digitale.

Quali sono le disposizioni per gli alunni con disabilità?
Agli alunni con disabilità certificata deve essere data la priorità di frequenza in aula, mentre sono favoriti i percorsi di istruzione domiciliare per gli alunni con patologie gravi o immunodepressi.

Quali saranno i nuovi orari?
La norma non pone limiti alla flessibilità organizzativa delle scuole che potranno pianificare le lezioni in base ai propri orari didattici.

Anche l’orario di ingresso degli alunni potrà essere stabilito dalle diverse scuole: il nuovo provvedimento non obbliga gli ingressi posticipati alle ore 9, per evitare assembramenti e problemi di trasporto.

Come ci si comporta con gli stage e l’alternanza scuola/lavoro?
Al momento non sono previste interruzioni per le attività di formazione in azienda siano essa stage/PCTO già alternanza scuola-lavoro/apprendistato.

Nelle prossime ore cercheremo di chiarire con la Regione Veneto i punti che ad oggi risultano poco chiari (punto percentuali per le deroghe, eventuali sanzioni …. ) per cui vi forniremo tutti gli aggiornamenti.

I documenti completi per consultare l’Ordinanza e il testo del Dpcm sono presenti nell’area webinair  

Per accedere è necessario essere loggati.

Categorie > News

Post Correlati