IL FUTURO CHE VOGLIAMO

La rigenerazione del sistema di Istruzione e Formazione Professionale nella Regione Veneto

Vicenza, 14 dicembre 2018 – La disoccupazione giovanile tocca livelli record mentre ci sono aziende che non trovano personale qualificato. Come superare questo paradosso tutto italiano? Una soluzione arriva da F.i.c.i.a.p. Veneto, Federazione Italiana Centri Istruzione Addestramento Professionale, che durante il convegno «La rigenerazione del sistema di Istruzione Formazione Professionale nella Regione Veneto» ha presentato 11 proposte all’Assessore Donazzan per rilanciare in modo congiunto il sistema formativo professionale regionale alla luce delle nuove esigenze del mercato del lavoro e dei cambiamenti in atto nella società.

In Veneto operano 80 Scuole di formazione professionale, così definite dalla Legge regionale n. 8 del 2017, che erogano circa 900 corsi suddivisi in 21 percorsi di qualifica di durata triennale e 49 percorsi di diploma di quarto anno riconosciuti a livello nazionale. I  corsi del quarto anno di diploma sono tutti svolti secondo il sistema “duale” che comprende 500 ore di formazione a scuola e 500 ore in azienda. Il sistema di Istruzione e Formazione Professionale (Iefp) è scelto da circa 20mila studenti veneti, ossia il 13% della popolazione scolastica regionale iscritta alle scuole medie superiori nell’anno scolastico in corso.

All’appuntamento, organizzato al Centro congressi “Ottorino Zanon» – Pia Società San Gaetano – Vicenza, è intervenuto Orazio Zenorini, Presidente di F.I.C.I.A.P.  Veneto, sul tema: «Il futuro che vogliamo,proposte e spunti per la riorganizzazione del sistema formativo del Veneto». Ha evidenziato Zenorini: «La formazione professionale in Veneto e in Italia si deve poter sviluppare su di una “filiera verticale” oltre il triennio di qualifica, mettendo a regime il quarto anno di diploma e il quinto che permetta l’accesso dei giovani all’alta formazione degli Istituti Tecnici Superiori e non solo. Accanto alla filiera verticale, nelle Scuole di Formazione Professionali accreditate, va favorita la creazione di una “filiera orizzontale” in grado di coniugare il placement degli allievi, ossia l’inserimento lavorativo, con le politiche attive del lavoro, quindi integrando formazione e lavoro anche dal punto di vista dell’utilizzo delle risorse economiche disponibili. Tutto ciò può avvenire purché le Scuole di Formazione Professionale siano supportate per rafforzare e innalzare le competenze interne e per adeguare le dotazioni tecnologiche al fine di interagire con le imprese in termini di vero e proprio “partenariato” dove i partners agiscono in termini di dare/avere. Infine, occorre collocare la Formazione Professionale del Veneto in ambito europeo, internazionalizzando non solo le relazioni istituzionali ma anche integrando, in avvio anche a titolo sperimentale, i percorsi formativi con i Paesi a più alto sviluppo tecnologico».

Eugenio Gotti, esperto  di Politiche della Formazione e del Lavoro e Ceo di Noviter srl Milano nel parlare di «Governare la formazione, governare il futuro» ha evidenziato che la formazione è necessaria per la competitività delle imprese e per l’occupazione delle persone, in particolare per i giovani e in generale alla persona per restare nel mercato del lavoro. C’è un forte missmatch tra i profili in uscita dal settore educativo e quelli richiesti dal mercato del lavoro con un’elevata disoccupazione giovanile. Bisogna intervenire già nella fase di orientamento scolastico considerando, nella scelta scolastica o dell’Università l’orizzonte delle prospettive di lavoro perché non basta più seguire le proprie passioni».

Santo Romano, Direttore Area Capitale umano, cultura e programmazione Regione del Veneto ha detto nel suo intervento che: “In Veneto il sistema educativo è positivo anche nell’ambito dell’istruzione e formazione professionale. In uscita dei percorsi triennali e quadriennali si registrano tassi di inserimento occupazionale molto alti, nell’ordine del 60%, e questo è un elemento molto importante che va preservato».

Fabio Comba Responsabile Risorse Umane di KPMG Italia si è soffermato sul tema «Soft skills per smart people – La Formazione tra educazione e digitalizzazione» evidenziando che «Bisogna continuare a imparare senza spaventarsi dei cambiamenti che arriveranno e che stanno già arrivando. L’unica arma “magica” a disposizione dei giovani è la capacità di comprendere il contesto e dimenticare ciò che si ha appreso per essere flessibili nell’imparare nuove competenze e nuovi approcci, investendo sulle competenze relazionali per affrontare in modo congiunto agli altri la complessità del mondo».

Alfred Wollenhaupt, Responsabile Area internazionale Università delle Scienze Applicate di Berlino Brandeburgo ha parlato di alta Formazione europea e competitività delle imprese con la relazione «Berlino chiama Venezia». Nello specifico, Donazzan e Wollenhaupt hanno sottoscritto una lettera di intenti per sviluppare una cooperazione per la creazione di un corso di laurea triennale professionalizzante in lingua inglese sulla digitalizzazione e un Master in strategie della logistica organizzati dall’Università tedesca in Veneto con 7 semestri da svolgersi tra l’Italia e la Germania e avviare tirocini in Germania per le Scuole di formazione professionale.

Elena Donazzan, Assessore Regione Veneto Istruzione. Formazione e Lavoro, a conclusione del Convegno, ha evidenziato: «Il mondo del lavoro cambia in continuazione e la formazione professionale, che ha una forte tradizione in Veneto, è in grado di aggiornarsi più velocemente di altri indirizzi. Abbiamo sempre come paradigma la capacità di un sistema duale alla tedesca e noi ne diamo un esempio concreto con questo accordo raggiunto grazie a F.i.c.i.a.p. Veneto con Università delle Scienze Applicate di Berlino-Brandeburgo. Se i tedeschi sono i migliori nel sistema duale vogliamo imparare da loro e se noi in Veneto siamo i migliori in Italia vogliamo migliorare le nostre performance».

Materiale

Programma

scarica il programma completo dell’evento

Orazio Zenorini

intervento

Santo Romano

intervento

Wollenhaupt

intervento

Elena Donazzan

intervento

Eugenio Gotti

intervento

Fabio Comba

intervento

Video Evento

Video dell’evento

Categorie > Eventi